Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

24 marzo 2021

Quotazione attuale del Gas Naturale: 2.5270$ — Il precedente aggiornamento è stato pubblicato il 22febbr2021. Da allora il GAS NATURALE è sceso sino a toccare 2.4220$ la scorsa settimana. Il previsto ribasso a 2.65/2.40$ si  è realizzato ed i prezzi si sono fermati praticamente sul minimo da inizio anno, toccato a 2.4140$ a gennaio, arrestandosi a ridosso del supporto (settimanale e mensile) sui 2.40$.  Da inizio anno (tre mesi scarsi) l'oscillazione è avvenuta  tra 2.4140$ e 3.3160$. Notare come a 2.43/2.41$ vi sia il  prezzo medio dal minimo toccato nel 2020 a 1.50$. Sappiamo che il gas naturale è inserito in un amplissima fase laterale pluriannuale  ed i grafici evidenziano l'area (a cuneo) con trendline supportiva attorno a 1.60/1.40$ e top in area 4.10$. Per l'immediato l'oscillazione avviene in circa 1dollaro,  tra supporto settimanale+mensile a 2.40$ e la resistenza settimanale+mensile a 3.40$.  Attesa fase laterale irregolare con rialzo a 2.58$; successivo target a 2.80/2.85$ e poi sui 3.05$=parte alta triangolo, vedi grafico.  Ripiegamento nuovamente sui 2.4750$.  Sempre tenere d'occhio il supporto settimanale/mensile a 2.40$ che fa da spartiacque nel laterale. Su cedimento di tale supporto avremo ribasso a 2.21/2.11$ (e rischi di approfondimento a 1.88$ ed ulteriore).  Supporto principale è fornito dalla trendline inferiore del cuneo (area 1.50$). Il supporto mensile di breve è a 2.40$, quello successivo è a 1.50$ (ma il supporto principale settimanale/mensile si trova a 1.10/1.00$=parte bassa canale di oscillazione). Su superamento della resistenza settimanale  a 3.40$ si avrà prosecuzione rialzista per  area  3.70 e 3.94/4.04$. La precedente dettagliata analisi anche per il medio periodo  è tuttora valida.

STRATEGIA suggerita:
acquisti aperti in ottica di breve sul recente ribasso in ottica di breve hanno stop su chiusura settimanale inferiore a 2.40$ per 2.58$, ts per 2.80$  acquisti aperti sul recente ribasso  hanno stop su chiusura settimanale inferiore a 2.38$ (o tenere senza stoip ed andranno incrementati a 1.90/1.50$) per risalite a 2.80/2.85$, ts x 3.05$ area acquisti in essere aperti a quote superiori a 3.35$: tenere per 3.70$, poi area 4.00$=alleggerire qui sempre, ts per  5.00/6.00$ (eventuale  incremento per una piccola parte di posizione  a 2.20/2.10$, ed  in caso di picco a 1.60/1.30$) chi non ha posizioni: acquisto x 1/3  effettuato in area 2.62/2.42$, altro 1/3 in area 2.20/1.90$ ed ulteriore 1/3 in caso di ribasso a 1.60/1.20$ (senza stop per 4 settimane) per risalita iniziale a 2.80/2.85$, poi area  3.00/3.05$=alleggerire, quindi  3.38/3.48$; tenere una parte  in essere per 4.00/4.10$  ts per target superiori

Medio periodo:
acquisti  sono stati alleggeriti a 3.00/3.30$; residua parte acquistata precedentemente viene mantenuta per risalite a 3.05$, con target successivi superiori  (incrementato 1/4 a 2.62/2.52$, mantenendo liquidita per incremento altro 1/4 a 2.15$ ed ulteriore 1/4 in area 1.55/1.45$) per rialzi sui 3.00/3.05$ e poi  a 3.38/3.50$ (tenere sempre una parte per  4.00$,  ts per 5.00$ e superiori)  riacquistare 1/4 a 2.18/2.12$, ulteriore 1/4 a 1.88$ ed ultimo a 1.50/1.30$ per 2.83$, area 3.02$, poi 3.38/3.50$; tenere una parte per target successivi TREND plurisettimanale è LATERALE; TREND SUPERIORE: RIALZISTA per ritorni a 3.05$ e poi test di area 4.00$,  seppur intervallato da picchi di volatilità ribassista

Mentre il petrolio passava da 6 a 68dollari in 12mesi (marzo/marzo), il gas naturale  metteva a segno un rialzo del +135%  in soli sei mesi, salendo dal minimo a  1.4320dollari di luglio ai 3.393dollari di dic/2020. La notevole volatilità continuerà a farsi sentire sui prezzi di questa materia prima. La scorsa settimana l’agenzia di rating internazionale Fitch – in linea con quanto indicato dall’EIA- aveva fornito previsioni al rialzo per il  prezzo del gas nel 2021  per la maggiore domanda a causa del freddo inverno nell’ emisfero settentrionale e dal rimbalzo economico in corso in Asia. La Cina ha registrato una crescita costante della sua produzione di gas naturale, aumentata del 13.5% nei primi due mesi dell’anno, secondo i dati ufficiali (NBS ) e le mportazioni  a +17,4% su base annua.   Il programma cinese di ancorare la propria crescita industriale a un’energia più pulita  fa oscillare ampiamente anche il prezzo del gas naturale liquefatto (NLG) di cui  Cina, Giappone e Sud Corea  rappresentano il 60% del consumo mondiale.  E’ dei giorni scorsi la  conferma da parte della  Kuwait Foreign Petroleum Exploration Co. che la scoperta del pozzo effettuata al largo del Sarawak, in Malesia, sia  la sua più grande scoperta  di idrocarburi in assoluto, con oltre 50 milioni di piedi cubi di gas al giorno ed  una quantità significativa di gas in posizione, indicando un serbatoio sostanzialmente più grande rispetto alla stima iniziale. 

Translate